Mostre/Eventi

 

 

"Sacra Conversazione" di Konrad Witz

 

Museo e Real Bosco di Capodimonte

SALA 6 

presentazione della terza edizione de

L'OPERA SI RACCONTA

Sabato 24 marzo 2018, ore 11.30


Inaugurazione della terza edizione della mostra-focus “L’Opera si racconta” con la Sacra
conversazione di Konrad Witz, metà del XV secolo

Con Sylvain Bellenger direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte, Maria Rascaglia
vicedirettrice della Biblioteca nazionale Vittorio Emanuele III di Napoli e Giovanni Lombardi,
amministratore delegato dell'azienda Tecno srl

Si terrà sabato 24 marzo alle ore 11.30 la presentazione dell'opera Sacra conversazione di Konrad Witz
nell’ambito de L’Opera si racconta, un ciclo espositivo di mostre-focus con cui il Museo e Real Bosco di
Capodimonte intende dar voce a dipinti, sculture e oggetti d’arte presentate al pubblico in relazione con altre
opere o documenti in grado di spiegarne il contesto in uno spazio dedicato: la sala 6, al primo piano.
In questa mostra la Sacra Conversazione di Konrad Witz è messa a confronto con due manoscritti della
metà del XV secolo provenienti dalla sezione “Manoscritti e Rari” della Biblioteca nazionale di Napoli:
Horae Beatae Mariae Virginis Secundum usum rothomagensis, Heures à l’usage de Rouen, 214 fogli di cui 40 in grandi miniature, e Horae Beatae Mariae Virginis, Livre d’Heures, 181 fogli di cui 8 in grandi miniature.
La mostra è realizzata in collaborazione con la Biblioteca nazionale Vittorio Emanuele di Napoli e l'associazione Amici di Capodimonte onlus e realizzata con il supporto dell'azienda Tecno srl.
Iconografia della Sacra Conversazione
La Sacra Conversazione di Konrad Witz sviluppa un tema iconografico proprio del XV secolo che rappresenta la Madonna con il Bambino Gesù circondati dai santi. Nel dipinto di Witz, si riconoscono la Madonna con il Bambino intenta nella lettura, San Giuseppe che offre la mela simbolo del peccato originale e della redenzione e, tra loro, Santa Caterina in abito blu identificata dalla spada del suo martirio, e Santa Barbara in verde, riconoscibile grazie alla piccola torre. A differenza dell’Annunciazione o dell’Ultima Cena,
la Sacra Conversazione non fa riferimento a un evento biblico. Questo dialogo avviene tra personaggi che leggono o meditano appartenenti a epoche differenti: ciò evidenzia come la funzione di mediazione della
Madonna fra gli uomini e Dio si svolga al di fuori del tempo.
La Sacra Conversazione, infatti, non è un dialogo reale ma un colloquio silenzioso e puramentespirituale, in cui l’atteggiamento dei santi è identico a quello dei fedeli in preghiera dinnanzi all’altare.
In ragione di ciò, i pittori fiamminghi scelgono spesso di rappresentare questa scena all’interno di una chiesa di forma contemporanea, come la lunga navata gotica in fuga prospettica dipinta da Witz.

 

Ufficio stampa
Museo e Real Bosco di Capodimonte
dr.ssa Luisa Maradei
+ 39 081 7499281
333 5903471
info@luisamaradei.it

 

torna a news

torna a NEWS